L’alleanza fra ospedale e territorio per il paziente oncologico

La continuità assistenziale al paziente oncologico nel miglioramento dell'efficacia e della sicurezza delle cure: il parere di Vito Ladisa, Direttore della Struttura Complessa di Farmacia dell’IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

Vigirete: il farmacista e la sicurezza post marketing

Vigirete è un network di farmacie esperte in farmacovigilanza: ne ha parlato a Making Pharmacist Francesco Pappalardo, Responsabile dell’Ufficio FV Rimini Azienda USL Romagna.

Semaglutide orale per il trattamento del diabete tipo 2

È disponibile in Italia e rimborsabile dal Ssn la formulazione orale dell’antidiabetico agonista del recettore GLP-1 semaglutide (Rybelsus®, Novo Nordisk). Il farmaco va ad...

Terapia CAR-T per il linfoma a cellule mantellari recidivante o refrattario

Le cellule CD3+ autologhe trasdotte anti-CD19 (KTE-X19) sono il secondo trattamento CAR-T di Kite Gilead a ricevere l'approvazione da AIFA e il primo autorizzato per il trattamento del linfoma a cellule mantellari recidivante o refrattario

SIFO e SIFAP: Istruzione Operativa per Farmacisti Ospedalieri su risdiplam

Le due Società hanno redatto l'IO per condividere alcune informazioni elaborate sulla base del Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto riguardanti l’allestimento e la modalità di somministrazione della soluzione orale di risdiplam destinata ai pazienti affetti da atrofia muscolare spinale

Tepotinib per NSCLC avanzato con alterazioni che causano skipping di METex14

Tepotinib è il primo inibitore orale di MET a essere approvato nell'Unione Europea per il trattamento dei pazienti adulti affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) avanzato con alterazioni genetiche che causano skipping di METex14 i quali necessitano di una terapia sistemica dopo un trattamento precedente

Dati su lenacapavir in persone con infezione da HIV-1 naïve al...

Nello studio CALIBRATE, un anno di trattamento con lenacapavir, l’inibitore sperimentale del capside dell’HIV-1 di Gilead, ha prodotto tassi elevati di soppressione virologica nelle persone con HIV naïve al trattamento

Dati a un anno su lenacapavir per l’infezione da HIV multiresistente

Nello studio CAPELLA, un anno di trattamento con lenacapavir, l’inibitore sperimentale del capside dell’HIV-1 di Gilead somministrato ogni 6 mesi, ha prodotto tassi elevati di soppressione virologica nelle persone con HIV multiresistente e con pesante esperienza di trattamento

Dati a 5 anni su BIC/FTC/TAF per l’infezione da HIV

In due studi clinici di fase III, il 98% dei partecipanti (adulti naïve al trattamento) ha raggiunto e mantenuto una carica virale non rilevabile a 240 settimane di trattamento con BIC/FTC/TAF che ha continuato a dimostrare un’elevata barriera alla resistenza, con zero casi di fallimento terapeutico a causa di resistenza rilevata

Teclistamab per il mieloma multiplo

Janssen richiede a EMA l’autorizzazione all’immissione in commercio dell’anticorpo bispecifico teclistamab per il trattamento del mieloma multiplo recidivato o refrattario
Making Community