Diverse organizzazioni internazionali e importanti gruppi ricerca aggiornano in tempo reale meta-analisi e revisioni di studi su remdesivir (come su altri farmaci) sintetizzando i risultati in modo sistematico man mano che questi sono disponibili.

I principali studi randomizzati che hanno valutato l’efficacia clinica di remdesivir, anche se condotti in aperto e con endpoint primari diversi, mostrano risultati coerenti tra loro nell’escludere che l’uso di remdesivir nei pazienti affetti da COVID-19 apporti un beneficio clinico in termini di mortalità. Solamente uno studio mostra un effetto positivo in termini di tempo al recupero, soprattutto nella popolazione a più basso rischio (soggetti in ossigenoterapia a bassi flussi e con inizio del trattamento entro 10 giorni dalla comparsa dei sintomi).

Meta-analisi di ACTT-1, SOLIDARITY trial e due piccoli studi

Per stimare l’effetto di remdesivir sulla mortalità in diversi gruppi di pazienti COVID-19, è stata condotta una meta-analisi di 4 studi nei quali è stato utilizzato il remdesivir:

  • SOLIDARITY trial (604 decessi su circa 5000 randomizzati),
  • ACTT-1 (136 decessi su circa 1000),
  • due studi più piccoli (41 decessi).

L’analisi dei dati ha permesso di osservare:

  • assenza di benefici clinici del remdesivir in termini di riduzione della mortalità (RR=0,91; 95% CI 0,79-1,05) nella popolazione generale.
  • tendenza ai limiti della significatività statistica (RR=0,80; 95% CI 0,60-1,01) nella popolazione a basso rischio (in assenza da ventilazione),
  • tendenza a un esito peggiore (RR= 1,16; 95% CI 0,85-1,60) nei soggetti ad altro rischio.

Meta-analisi dell’OMS nella living guideline “Terapeutics and COVID-19” del 20 novembre 2020

Nella living guideline dell’OMS “Terapeutics and COVID-19” del 20 novembre 2020, è riportata una meta-analisi su 7.333 soggetti trattati nei 4 principali studi clinici che hanno valutato l’efficacia di remdesivir:

L’analisi dei dati non ha consentito di evidenziare alcun effetto in termini di:

  • mortalità (OR 0,90; 95% 0,70-1,12),
  • ricorso alla ventilazione meccanica (OR 0,89; 0,76-1,03),
  • tempo al miglioramento clinico (9,0 nel gruppo SoC vs 11,0 giorni nel gruppo remdesivir; differenza media di -2 giorni; 95% CI da -4,2 a +0,9),
  • durata dell’ospedalizzazione (12,8 nel gruppo SoC vs 12,3 nel gruppo remdesivir; differenza media di -0,5 giorni; 95% CI da -3,3 a +2,3).

Living systematic review del gruppo Cochrane

In una living systematic review curata dal gruppo Cochrane in collaborazione con numerose istituzioni universitarie e di ricerca, l’analisi dei dati disponibili al 20/11/2020, conferma la sostanziale assenza di beneficio clinico del remdesivir in termini di mortalità a 14-28 giorni (RR 0,90; 95% CI 0,73-1,11).